Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Agostino Iacurci e Jbrock per ziguline poster edition

Si parla di:

La collezione di famiglia continua ad allargarsi e lo fa in grande stile con due nuovi pezzi firmati da due artisti romani che gran parte di voi di sicuro già conoscerà, se non altro perchè su ziguline se ne è parlato abbastanza, stiamo parlando di Agostino Iacurci e Jbrock. Il primo è un maestro dell’illustrazione, sebbene giovanissimo vanta di un curriculum da far impallidire anche i suoi colleghi più attempati. Vogliamo parlare ad esempio della collaborazione con prestigiose agenzie pubblicitarie come la TWBA, oppure con l’ENI, con l’Unità, con l’Università Roma3 solo per citarne alcune. Agostino ha esposto in Italia e all’estero, le opere hanno fatto tappa in Giappone, in California e a Taiwan. Per ziguline poster edition ha realizzato l’opera intitolata nel “Nel Meh c’è sempre un po’ di Beh“, inuteli starvi a fare il pippone sul senso dell’opera, a noi sempra alquanto eloquente.

Nel Mah c'è sempre un po' di Beh

Il secondo stallone in scuderia è Jbrock nome arcinoto della scena “street” romana che si è fatto apprezzare a livello nazionale e non solo per l’imponente murata in Via dei Magazzini Generali a Roma intitolata “Wall of Fame” realizzata lo scorso settembre. Numerose le mostre e gli eventi che lo vedono protagonista ed altrettanto numerose sono le pubblicazioni che hanno ospitato i suoi lavori, tra queste citiamo Propaganda, Edizioni Drago Arts & Comunication, Roma 2003, Carnet de rue di J R,  Edizioni Savie Technolac, Parigi 2005,  Roma Writing di SLIM, Roma 2005, XL N°0, anno I, mensile di La Repubblica 2006 , Sperimentare il plurale edizioni FB Roma 2007, City Slang edizioni Drago Roma 2008, Scala Mercalli il catalogo edizioni Drago 2008.

Per ziguline poster edition ha realizzato “Dentro di me“.

Dentro di me | Jbrock

I poster li trovate su ziguline art gallery e se volete vederli da vicino avete tempo fino all’8 gennaio 2011 per visitare l’esposizione dell’intera collezione presso la Galleria Mondo Bizzarro a Roma.

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3455

Sullo stesso genere:

Community feedback