Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close
Luciana Berti
Luciana Berti

Nata nel 1988 a Benevento, si sposta a Napoli per studiare Storia dell'Arte. Mentre completa l'università prova a mettere in pratica quello che sembra essere stato, fino ad ora, solo teoria. Nel tempo libero si dedica alla lettura (Bulgakov, Dostoevskij, Miller e gli altri simpatici amici) e, ancora, all'approfondimento degli ultimi sviluppi dell'arte. Citazione preferita: È attraverso il malinteso universale che tutti si accordano.

Vi tengo compagnia su ziguline dal 30 May 2013  con ben 22  articoli

Padiglione Austria - Erwin Wurm, “Just about virtues and vices in general”, Giardini

Piccola guida non esaustiva alla 57. Biennale di Venezia

Ci sono vari tipi di approccio alla Biennale di Venezia. Dalla modalità agonistica, preferita da chi proprio non può evitare di vedere tuttotutto, a costo di svenire all’Arsenale, a chi è alla ricerca dell’evento, che sia l’inaugurazione, il finissage, la presentazione, la cena, il buffet. ... continua »

Imitazione di Cristo, 2017, Roberto Cuoghi- photo credits Roberto Marossi

Il Padiglione Italia alla Biennale di Venezia, quale magia

Anche quest'anno ziguline si aggira tra i padiglioni della Biennale di Venezia per fare il punto della situazione in tema di arte contemporanea. Tra i padiglioni nazionali, la curiosità è come sempre rivolta al Padiglione Italia, un po’ come succede ai Mondiali di Calcio, durante ... continua »

Roberto Cuoghi, Belinda, 2013

Nove universi di speranza per la 57° Biennale d’arte di Venezia

Ci siamo lasciati alle spalle la Biennale del 2015, con i suoi riferimenti politici, le nostalgiche letture del “Capitale” di Karl Marx, i molti alberi e le imponenti installazioni ambientali, che vi abbiamo raccontato sulle pagine di ziguline.  ... continua »

La fotografia (non) è una questione di genere. Julia Margaret Cameron, Florence Henri e Francesca Woodman in mostra a Villa Pignatelli

Tra le polemiche sul servizio sessista sulle donne dell’est della trasmissione di Paola Perego, l’inconcluso dibattito sulla questione di genere, sul congedo mestruale, sulla parità dei sessi e tanto altro, un motivo gentile sembra irradiarsi dalla mostra L’arte del femminile, a cura di Giuliano Sergio ... continua »

Inaugurazione Casa Morra, Foto Amedeo Benestante

Cosa fare nei prossimi 100 anni? Casa Morra ha tutto già programmato

Casa Morra, archivio dell’arte contemporanea, apre a Napoli, negli spazi di Palazzo Ayerbo D’Aragona Cassano, cuore del quartiere Materdei, e lo fa con uno sguardo retrospettivo ma anche proiettato al futuro, con l’ideazione di un programma di mostre lungo 100 anni, formulato da Peppe Morra ... continua »

Work no. 281, 2002, Martin Creed, Artissima

Artissima e non solo. Un lungo week-end torinese

Andare a Torino il week-end dal 4 al 6 novembre è come immergersi in un parco giochi dedicato interamente all’arte contemporanea. Non c’era solo Artissima, una delle vetrine dedicate all’arte contemporanea più rilevanti sul mercato, ma anche il Club to Club. Due iniziative che ogni ... continua »

Non era abbellirvi”, lumen print, 2015

Chiara Celeste e il giardino dei fiori parlanti

La stampa a contatto su carta fotosensibile è una tecnica sperimentata dagli artisti delle Avanguardie, da Man Ray a Lazslo Moholy-Nagy, per disegnare con la luce e ridurre al minimo l’intervento dell’autore durante la creazione dell’opera.... continua »

11198604_10205506223882405_1475496251_n

La 56. Biennale di Venezia secondo ziguline

La Biennale è un esempio riuscito di non-luogo, un parco giochi tematico, con i suoi padiglioni sparsi tra i Giardini, l’Arsenale e le numerosissime attività. Vi abbiamo già parlato di una delle mostre collaterali dedicate alla street art The Bridge of Graffiti, una ... continua »

10.ZeroT_A Bag Full Of Cans & Partners_2015

Gondole, tag e polemiche. La street art torna alla 56. Biennale di Venezia

La Biennale di Venezia è il posto giusto se volete informarvi su quello che accade nel mondo dell’arte, fare un’esperienza multisensoriale e multidisciplinare e sentirvi immersi, eppure estranei, al sistema dell’arte contemporanea. Ogni padiglione ha scelto ciò che ritiene più rappresentativo della produzione artistica nazionale, ... continua »

123

Community feedback