Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Fasano Jazz 2009

Si parla di:

Dal 5 al 12 giugno 2009 si terrà la XII Edizione del Fasano Jazz Festival, un appuntamento ormai storico per gli amanti della musica di qualità, un evento che di anno in anno esplora le aree più inconsuete del jazz. La XII Edizione del Fasano Jazz anche quest’anno con ospiti di fama internazionale e artisti di qualità, conferma la sua filosofia nel considerare il jazz come “area di libero scambio”. Attento e aggiornato sul mondo rock e fusion, slegato da una visione “istituzionale” e convenzionale del jazz, Fasano continua a candidarsi come il laboratorio permanente di musica aperta e punto di riferimento sia turistico che culturale.

L’apertura è in grande stile, il 5 giugno si esibiranno leggendari Gong: la celebre band capitanata da Daevid Allen inaugurerà il suo attesissimo tour estivo proprio a Fasano. Sarà l’unica data italiana per la rinnovata line-up fusa con la Steve Hillage Band, che vede la presenza di vecchie conoscenze come Steve Hillage, Gilly Smith, Mike Howlett e Miquette Giraudy. Un concerto imperdibile, che completa la rassegna della scuola di Canterbury dopo i concerti di Hatfield And The North del 2006 e Soft Machine del 2007. Miroslav Vitous, uno dei giganti del jazz moderno, si esibirà il 9 giugno con un tributo ai Weather Report, la formazione che fondò con Joe Zawinul e Wayne Shorter, nella quale militò fino al 1974. Con il contrabbassista ceco un colosso del jazz italiano: il trombettista Franco Ambrosetti.

Dopo le due date internazionali al Teatro Kennedy, il Nuovo Teatro Sociale ospita due serate tutte italiane, ma di respiro mondiale. L’11 giugno toccherà al progetto Forthyto di Vito Quaranta, il raffinato chitarrista e ricercatore musicale che passa dall’elettronica all’acustica con la sua scrittura moderna e tradizionale al contempo, come conferma il nuovo album Seeming Calm (Splash). Ultima serata il 12 giugno con un doppio appuntamento: Boris Savoldelli e DFA. Boris Savoldelli, una vocal one man band di incredibile talento, un allievo di Mark Murphy e collaboratore di Marc Ribot e Elliott Sharp, abbraccia jazz, funk, echi latinoamericani e loops elettronici. La recente pubblicazione dell’album 4th con la newyorkese Moonjune ha confermato la statura dei D.F.A. (Duty Free Area), tanto amati all’estero con il loro rock-jazz camaleontico e influenzato dai maestri di Canterbury. Il quartetto veronese chiude la rassegna con uno sguardo verso il futuro e proietta Fasano Jazz verso un’ulteriore consacrazione.

Programma:

Venerdì 5 giugno 2009,
Teatro Kennedy – h. 21.00:
Gong

Presentano i giornalisti Alessandro Achilli (Musica Jazz) e Donato Zoppo (Jam)

————-

Martedì 9 giugno 2009,
Teatro Kennedy – h. 21.00:
Miroslav Vitous Quartet
featuring Franco Ambrosetti
Remembering Weather Report

—————-

Giovedì 11 giugno 2009,
Nuovo Teatro Sociale – h. 21.00:
Fortytho

——————-

Venerdì 12 giugno 2009,
Nuovo Teatro Sociale – h. 21.00:
Boris Savoldelli
&
D.F.A. (Duty Free Area)

In apertura di serata, presentazione del libro Prog 40 – Quarant’anni di progressive-rock (Applausi Editore, 2009).

Direzione artistica: Domenico Demola

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3455

Sullo stesso genere:

Community feedback