Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Girl Unit at Puddhu Bar

Si parla di:

Girl Unit, al secolo Philip Gamble, è uno dei ventiquattrenni più chiacchierati di Londra. Inizia a farsi notare nei club inglesi mettendo dischi con lo pseudonimo di Girl U No It’s True e proponendo ghettotech e Baltimore club/house a 150 bpm. In breve tempo si fa strada tra i più infuocati party underground della capitale ed entra nel circuito Night Slugs, oggi una delle etichette più influenti della scena elettronica mondiale (tra le prime 10 nell’ultima classifica annuale di Resident Advisor). Dopo aver conquistato Londra ed essere approdato a Bristol, la Mecca del dubstep, Gamble espande le proprie traiettorie espugnando con la sua musica i principali club di New York.

Il 2010 è l’anno della svolta definitiva. Girl Unit pubblica su Night Slugs due Ep, I.R.L. e Wut, che lo consacrano come una delle rivelazioni della scena musicale britannica. La sua agenda s’infittisce con numerosi remix (tra cui Katy B) e il Fact Mix 154 per l’omonimo celebre magazine inglese. Bassi profondi e ritmiche graffianti caratterizzano la sua musica, arricchita da vocal femminili e synth di stampo Eighties, tra richiami hip hop, 2-step e UK garage.

Mentre il Guardian osanna Girl Unit, candidandolo virtualmente al prossimo Mercury Prize, Resident Advisor colloca Wut all’11° posto nella classifica dei brani migliori del 2010, davanti a giganti del calibro di Caribou, Four Tet e Matthew Dear.

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3455

Sullo stesso genere:

Community feedback