Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Kelvin Doe, il baby dj con la passione per la scienza

Si parla di:

L’espressione “l’arte d’arrangiarsi” a quanto pare, non vale sono a Napoli ma anche un po’ più a sud. In Sierra Leone il giovanissimo Kelvin Doe si è procurato quello che non aveva e costruito quello che non c’era e tutto per amore della musica. Kevin è un ragazzino di quindici anni originario di Freetown, dove l’elettricità è un’utopia ma che dal niente è riuscito a creare una stazione radio locale dalla quale trasmette un suo programma. Sembra davvero una storia alla Walt Disney con il ragazzino povero che esce dalla miseria con una specie di miracolo, ma è proprio la realtà. Kelvin, infatti, oltre a essere un piccolo genio è anche riuscito a realizzare un sogno troppo grande, forse, anche per la sua immaginazione, ovvero un tirocinio presso il centro di ricerca tecnologico M.I.T. (Massachusetts Institute of Technology).

kelvin doe

Già all’età di tredici anni aveva cominciato a ricavare strumenti tecnologici da scarti che trovava qua e la nei rifiuti e a costruire batterie con acido, soda, metallo, una tazza di latta e l’intuizione di uno sciamano. Presto Kelvin aveva costruito un generatore di 12V su vecchi lettori DVD, che ha usato per mantenere la batteria carica. Questo a sua volta alimentava un amplificatore, un mixer e un trasmettitore FM.

Il piccolo prodigio si fa chiamare Dj Focus, perché secondo la sua filosofia basta concentrarsi per ottenere dei risultati, e negli ultimi cinque anni ha trasmesso un programma radiofonico nel quale trasmetteva musica e notizie. La sua principale aspirazione era aiutare la sua gente facendo informazione con la sua radio, inoltre, le persone vanno a casa sua per caricare i cellulari e comprare batterie per la luce, con i soldi Kelvin comprava altro materiale per comprare altro acido. Inoltre, è il dj di tutte le feste per bambini.

kelvin doe

Oggi si trova sotto la protezione del dottor David Sengeh al MIR che probabilmente ne coltiverà il talento offrendogli più possibilità di raggiungere l’obiettivo di aiutare il suo popolo.

“Cosa voglio? Aiutare la mia famiglia, i miei amici e i colleghi. Intendo condividere con tutti le conoscenze acquisite negli Stati Uniti”. Mentre il suo prossimo progetto è costruire un mulino a vento in grado di fornire energia elettrica.

Ovviamente i giornali lo stanno facendo diventare un fenomeno da baraccone.

Per saperne di più:

mashable.com/2012/11/19/teen-prodigy-wows-engineers

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3456

Sullo stesso genere:

Community feedback