Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

KM011 Arti a Torino 1995-2011

Si parla di:

Una mostra-evento per raccontare le contaminazioni tra arti visive, architettura, cinema, letteratura e non solo, avvenute a Torino dal 1995 a oggi. E’ possibile utilizzare per una mostra d’arte il modello di consumo sostenibile a filiera corta noto come “chilometro zero”? La risposta è si se la mostra nasce per dimostrare che è possibile dar vita ad un’esposizione di alto livello con un budget ridotto e attingendo esclusivamente alle risorse artistiche del proprio territorio di riferimento. Ecco dunque nascere KM011, la mostra-evento che inaugurerà l’11 febbraio prossimo a Torino presso il Museo di Scienze Naturali di via Giolitti 36, un progetto ideato da Luca Beatrice, prodotto dalla Regione Piemonte, con la collaborazione del Teatro Stabile di Torino e con il patrocinio dell’O.A.T. – l’Ordine degli Architetti della Provincia di Torino – che intende raccontare al pubblico le straordinarie contaminazioni tra arti visive, architettura, cinema, letteratura, che hanno accompagnato la trasformazione di Torino dal 1995 a oggi, da città della grande industria a
capitale della cultura contemporanea.

La mostra comprende opere di pittura, arte concettuale, video, fotografia e tutti gli altri linguaggi contemporanei prodotti dal 1995 al 2011, in un percorso tra le tre ultime generazioni di artisti, oggi tra i 50 e i 20 anni circa. Il primo capitolo è incentrato sulla “rivoluzione figurativa”, pittorica e fotografica, che prese il via già alla fine degli anni ’80 per svilupparsi nel decennio successivo, protagonisti tra gli altri Daniele Galliano, Monica Carocci, Enrico De Paris, Bartolomeo Migliore e Sergio Cascavilla. Nei maturi anni ’90 si afferma invece la sovrapposizione degli stili e dei linguaggi, le opere risentono dell’ambientazione metropolitana, dell’intimismo domestico, della teoria dei non luoghi. Gli artisti di questa sezione sono: Paolo Leonardo, Francesco Sena, Paolo Grassino, Giulia Caira, Maura Banfo, Enrico Iuliano, Nicola Bolla, Nicus Lucà, Elisa Gallenca, Saverio Todaro, Laura Viale, Valerio Berruti, CONIGLIOVIOLA, Fabio Viale, Chiara Pirito, Francesca Forcella, Irina Novarese. Ulteriore sguardo è dedicato alle emergenze contemporanee, al materiale magmatico e “in fieri” che domina il presente, rivelando una straordinaria vivacità del panorama torinese. Significativa anche la presenza di “Street Artists”.
Diego Scroppo, Alessandro Gioiello, Alfredo Aceto, Nadir Valente, Guglielmo Castelli, Maya Quattropani, Michelangelo Castagnotto, Daniele Ratti, Gec, 999, BR1, Opiemme.

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3455

Sullo stesso genere:

Community feedback