Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

La lunga e inutile vita di Roland Gethers

Si parla di:

Shane Simmons è un fumettista canadese con uno spiccato senso dell’umorismo. Niente di nuovo direte, tutti i fumettisti sono sarcastici. In realtà, vi assicuro che dalla corrispondenza che ho scambiato con lui, dal suo sito personale e ovviamente dai suoi lavori ho capito che l’amico Shane ha davvero un bel caratterino. Personalità a parte, che poco ci interessa, i suoi fumetti sono sempre molto originali. Quello che vi proponiamo oggi è La lunga e inutile vita di Roland Gethers, la storia dell’ultimo di dodici figli in una famiglia cattolica e patriottica nell’Inghilterra vittoriana. Detto così sembrerebbe terribilmente noioso, ma in realtà l’ottocento non è mai stato tanto ironico. Se questo non bastasse, sicuramente vi stupirà sapere che Shane Simmons ha creato quello che potrei definire il “paradosso del fumetto” sostituendo ai tanto amati disegni, nient’altro che puntini parlanti. Non lasciatevi ingannare dalle sue dichiarazioni nell’ultima di copertina dove cerca di convincerci che i personaggi sono in realtà stati “disegnati riproducendo esattamente il raffinato stile delle illustrazioni di epoca vittoriana e poi meticolosamente ridotti una dozzina di volte avvalendosi della più moderna tecnologia fotocopiativa”. Ingrandite quanto volete, rimarranno puntini. Il nostro eroe si è calato in tutti gli ambiti possibili dell’illustrazione e della sceneggiatura, scrivendo per libri, per il cinema e la televisione, la radio e i biscotti della fortuna.
Il segreto del suo successo ce lo svela nell’introduzione, dove scrive: “Come tante altre idee, mi venne in mente mentre ero sotto la doccia…mi trovavo in piedi sulla piattaforma di ceramica, nudo e insaponato. Non cercate di figurarvi la scena, non è una bella immagine. Me ne stavo lì, con battute su battute che fiorivano liberamente nella mia testa, e niente carta e penna per annotarle”.

Di seguito alcune tavole del libro:

clicca qui per ingrandire

C’è anche una divertente striscia in italiano, la trovate a questo link

Per chi volesse approfondire: www.eyestrainproductions.com

Maria Caro

scritto da

Questo è il suo articolo n°435

Sullo stesso genere:

Community feedback