Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

It’s all about music! Laurent Garnier torna a Roma con una borsa piena di dischi, tutti bellissimi!

Si parla di:

It’s all about music”. Lo dice proprio lui, quando parla di It Is What It Is, che il programma radiofonico più bello del mondo è quello di Laurent Garnier. Lo fa per due radio web, una versione in inglese per Worldwide Fm e una versione in francese per Radio Meuh. Così, una volta al mese, gira musica per un paio d’ore, non come un dj classico, quasi come uno storico conduttore: parla, intrattiene, spiega, incuriosisce.

 

 

Laurent Garnier è immerso nel flusso della musica, non la molla mai. Instancabile appassionato. Questo è il suo segreto. L’amore immenso per tutta la musica. Cercare nuove uscite, praticamente, fra tutti i generi, non è nemmeno una roba facilissima, per uno che comunque continua a girare per le console più fiche del mondo senza sosta. Per uno che comunque seguita a lavorare in studio, per uno che prepara la valigia dei dischi, quasi ogni week-end, come era abituato a fare già 30 anni fa…

 

 

Garnier è talmente tanto uno che ha fatto la storia del clubbing, che due mesi fa è stato premiato con la Legion d’onore francese per “i 30 anni di servizio come compositore e produttore di musica”. Il primo dj, in Francia, che riceve un premio così prestigioso, e dalle mani del mitico Jack Lang, amato ex ministro della cultura. Ed era un dj emozionatissimo, mentre riceveva quel premio e diceva “non è per la mia piccola persona, è per tutto il movimento, tutto quello che questo rappresenta, tutti i valori che cerchiamo di difendere. Abbiamo avuto un cuore grande per questa musica, abbiamo dato tutto, e siamo ancora qui, nonostante tutti credessero che saremmo scomparsi insieme a un movimento di passaggio”. Poi Jack Lang ha fatto un discorso super: ha parlato di un uomo appassionato che fa ancora sognare folle di ragazzi ovunque nel mondo. Occhi lucidi, da tutte le parti. Garnier gonfio di rispetto per il suo mondo. Poi c’è pure il suo libro, Elettrochoc, già ristampato in una versione deluxe, che diventerà un film. Ci sta già lavorando e in caldo c’è pure un tour in Giappone e in America Latina nel 2018. Poi c’è lo Yeah il suo Festival, poi c’è il Sucre, il suo club a Lione. E poi c’è la musica. Tutta la musica che ci piace. Ragazzini, vecchi, brutti e belli, ballano tutti. Quando è in console, cantano tutti. È un classico che si rinnova, perché? Perché Liberté, egalité… Laurent Garnier!

Spring Attitude Waves
Sabato 18 novembre 2017
Ex Dogana
Via dello Scalo San Lorenzo 10
Roma

Info | Spring Attitude Waves

Manuela Maiuri

scritto da

Questo è il suo articolo n°46

Sullo stesso genere:

Community feedback