Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Le strutture sospese di Edoardo Tresoldi

Si parla di:

Il giorno in cui le luci hanno illuminato per la prima volta la Basilica di Santa Maria di Siponto realizzata da Edoardo Tresoldi, c’ero anche io. Erano un po’ di mesi che mi tenevo in contatto con chi il suo agente ed era un po’ di tempo che volevo vedere questa opera decisamente fuori dall’ordinario. Una struttura realizzata con rete metallica sulle rovine dell’originale Basilica di Santa Maria di Siponto, nell’omonimo parco archeologico, non poteva non essere qualcosa di stupefacente, ma credo che ci sia qualcosa in più da dire.

Foto di Fabiano Caputo

La Sovrintendenza della Puglia e il Segretariato del MiBACT hanno scelto Edoardo per sviluppare un progetto di recupero della Basilica che si trova a Siponto, una piccola frazione di Manfredonia, non lontano da Foggia e neanche dal Gargano. Il nome Siponto mi riporta alla mente pensieri di un’infanzia lontana in cui Manfredonia era il luogo di passaggio per raggiungere luoghi di mare più ambiti. Da oggi il nome Siponto mi farà pensare alla bellissima Chiesa di Santa Maria Maggiore, all’ancor più affascinante cripta della stessa e a Edoardo, ovviamente.

Foto di Fabiano Caputo

La parte più bella del progetto è che, invece di chiamare ad intervenire il solito architetto giapponese o l’immancabile archeologo americano, la committenza ha coinvolto un giovane artista che finora si era confrontato più che altro con l’arte pubblica e quella contemporanea. Siponto, come ha raccontato anche l’artista nelle infinite interviste che ha concesso in quella bella e gelida giornata, ha rappresentato una sfida perché non solo ha realizzato un’opera dalle dimensioni impressionanti ma perché ha dovuto studiare le basi di archeologia e architettura oltre a cercare di ricostruire insieme ai collaboratori la lunga e travagliata storia della Basilica.

La basilica minore di Santa Maria Maggiore di Siponto sorge in un luogo che già di per sé ha qualcosa di destabilizzante, a metà tra un altopiano e il mare, una timida vegetazione e una terra nera come il carbone. Il parco archeologico di Siponto comprende la Chiesa, un’opera di architettura romanico pugliese, uno stile artistico sviluppatosi in architettura, scultura e mosaico  tra l’XI e la prima metà del XIII secolo. Il romanico pugliese è uno stile morbido che riconduce indietro nel tempo e in questo caso accresce la sensazione di stupore che si prova davanti al contrasto generato dal tufo bianco e la rete metallica.

Foto di Fabiano Caputo

La Basilica realizzata da Edoardo Tresoldi è una struttura costruita sulle rovine di un’antica Basilica paleocristiana che ha visto nei secoli il susseguirsi di diverse ricostruzioni. La rete metallica conferisce a tutto il progetto un’aurea metafisica e “ripristina” la storia di quel luogo senza appesantire un’ipotesi di ricostruzione, collocandosi al di fuori del tempo e dello spazio.

Foto di Fabiano Caputo

La trasparenza e la leggerezza dell’opera permettono di calarsi nella storia di questo luogo e contemporaneamente di vivere lo spazio in modo inusuale. Al di là della bellezza di quest’opera e dell’importanza del progetto, insisto sulla straordinarietà di un progetto che vede coinvolta la Soprintendenza, in questo caso della Regione Puglia, e il MiBACT, due enti si sa, poco aperti a nuove forme espressive che si sono lasciate affascinare da un materiale povero e da un artista giovane e al di fuori degli schemi dell’arte istituzionale.

Foto di Fabiano Caputo

L’opera rappresenta un interessante ed originale sodalizio tra arte contemporanea ed archeologia interpretati dall’artista con architetture sospese e presenze scultoree. L’imponente trasparenza, l’invasione delicata dello spazio e la sensibile reinterpretazione di un luogo intriso di storia sono i suoi punti forza.

Foto di Fabiano Caputo

La giornata del 12 marzo è stato un momento di contemplazione, di incontro con interessanti personalità del mondo dell’arte e di conoscenza di una parte della Puglia non abbastanza valorizzata.

 

Tutte le fotografie che trovate in questo articolo sono di Fabiano Caputo.

 

Per approfondire, trovate tutte le informazioni qui:

Edoardo Tresoldi

Evento – Video

Maria Caro

scritto da

Questo è il suo articolo n°449

Sullo stesso genere:

Community feedback