Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Rainbow Gathering di Benoit Paillé

Si parla di:

Io cos’erano i Rainbow l’ho scoperto qualche tempo fa, quando ho passato un week end in una comune vicino Roma. Me ne ha parlato una ragazza in modo del tutto entusiastico elogiando la fratellanza e il modo di vivere semplice di queste situazioni. Me li sono immaginati molto piacevoli e un po’ hippie (ops) ed ecco che scopro il lavoro di Benoit Paillé, un fotografo del Quebec che ha trascorso gli ultimi sette anni della sua vita in queste comunità. Paillé ha ventiquattro anni ed ha raggiunto un notevole riscontro negli ultimi anni grazie alle sue immagini che ritraggono sempre più spesso natura e uomo. Attualmente lavora come art director per agenzie pubblicitarie e quando può, scappa dalla realtà per riconnettersi alla natura e ritrovare la sua famiglia. Proprio perché Benoit considera la Rainbow Family come la sua vera famiglia gli è stato consentito scattare le foto di questo reportage, infatti, la fotografia nella comunità non è ben vista e solitamente proibita. Lo sguardo dolce e intimo di Benoit non si può di certo considerare una profanazione.

Ma cos’è un Rainbow? “La Rainbow Family of Living Light, conosciuta più semplicemente come Rainbow Family, è una comunità di persone riunite dai valori della non-violenza e dell’egualitarismo”, in linea con gli ideali delle comunità si tengono degli incontri periodici. Questo fenomeno è nato nel 1972 e attualmente gli incontri si tengono in tutto il mondo e principalmente nei mesi estivi seguendo i cicli lunari – cominciano quindi con la luna piena e terminano con la successiva luna nuova.  Durante gli incontri si rispettano i principi delle comunità dei Rainbow, quindi eco sostenibilità, alimentazione vegana, rispetto per la natura e gli uomini, assenza di droghe e alcol e di apparecchiature elettroniche. Insomma, il principio base che muove questa controcultura è uno stile di vita distante dal capitalismo e dalla frenesia della vita “moderna” e la permacultura.

Le immagini, sono principalmente ritratti e i soggetti, che per volere del fotografo sono in pose naturali, intendono riprodurre la sua visione della comunità.

Rainbow Gathering, Grand Canary Island, Spain, 2011:


Rainbow Gathering Palenque, Chiapas, Mexique 2010:


Rainbow, Quebec, Canada 2010:

Benoit Paillé | sito

Maria Caro

scritto da

Questo è il suo articolo n°450

Sullo stesso genere:

Community feedback