Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Ricardo Villalobos at Jam Club

Si parla di:

Talento dall’inventiva esuberante e fra i più consolidati e indiscutibili protagonisti del suono elettronico contemporaneo, Ricardo Villalobos (Cocoon.net) torna finalmente a Torino al Jam Club (Murazzi del Po 19 – scalinata centrale, Torino), presentato da Xplosiva e Club To Club.

Ricardo Villalobos è nato a Santiago del Cile nel 1970. Nel 1973, all’età di tre anni, emigrò in Germania con la famiglia dopo il colpo di stato del generale Augusto Pinochet a scapito del governo socialista di Salvador Allende.

Molti anni dopo, proprio nella vivace comunità house tedesca avrebbe trovato terreno fertile per la sua espressività artistica e sarebbe divenuto capofila di una generazione di musicisti e dj di origine cilena (Luciano, Pier Bucci, Dinky, Dandy Jack, Nicolas Jaar…) in grado di rinnovare il linguaggio elettronico da dancefloor con spiccata personalità.

Da molti anni ormai affermatosi come figura chiave della scena dance-elettronica internazionale, grazie a un suono peculiare e inconfondibile, Villalobos è acclamato protagonista dei più importanti festival e nei più quotati club del globo, fra cui ovviamente spicca il nome di Cocoon.

Attivo come produttore sin dai primi anni 90, Ricardo Villalobos continua ad alimentare con numerose pubblicazioni un’impressionante discografia sia con i singoli 12” usciti su etichette dalla forte identità e credibilità come Playhouse, Perlon e la sua Sei Es Drum, che con album intriganti quali Alcachofa (2003), Thé Au Harem D’Archimède (2004) e lo storico dj mix per la collana Fabric (2007), che hanno contribuito a inserire il suo nome nel gotha della techno minimale contemporanea.

Di indole minimalista, ulteriormente coltivata dagli studi compiuti sulle percussioni e che gli hanno permesso di applicare uno speciale background alle sue produzioni, Villalobos è unico nell’unire una straordinaria semplicità formale alla complessità delle tessiture ritmiche. Il suo linguaggio musicale, che ha forti radici latine ma anche nell’astrazione di Tangerine Dream e Kraftwerk, è in continua evoluzione e oltre all’estesissima produzione solista, la sua discografia include innumerevoli collaborazioni, sempre contrassegnate da una speciale ricerca sonora.

I sempre maggiori consensi critici e di pubblico l’hanno portato a piazzarsi primo per ben due volte (nel 2008 e 2010) nell’annuale referendum di Resident Advisor, il più importante magazine online per gli appassionati di musica elettronica.

In occasione del suo ritorno a Torino, Ricardo Villalobos proporrà con il suo inconfondibile stile il meglio dei suoni contemporanei e più ricercati in un lungo dj set di oltre 3 ore

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3455

Sullo stesso genere:

Community feedback