Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Soul Food. Incontro su cibo, arte e sostenibilità ambientale

Si parla di:

foto “Don Pasta”

Il cibo è un concentrato di memoria, salvaguardia del patrimonio, rappresentazione simbolica, scambio di culture tra popoli, necessità primordiale della vita umana. Perfetto prisma attraverso cui poter osservare le mutazioni del mondo e interessante luogo di ricerca culturale.
Dietro il cibo c’è la storia di popoli depredati dalle multinazionali, dei contadini che zappano la terra e tornano curvi a casa, di un esercito di nuovi schiavi dei mondi altri, delle belle contadine salentine con lo sguardo di fuoco annichilite dal capolarato e diventate tarantolate in una struttura sociale che le annullava, di pazzi scriteriati che considerano il cibo come un qualsiasi strumento di business, violando i principi base della natura, nuocendo alla salute, ai contadini ed al mangiar bene.
L’incontro parte dalla constatazione di un corto circuito tra prodotti della terra, trasformazione industriale e la categoria del profitto in agricoltura. Nei tempi in cui l’efficienza resta l’unico parametro di validità, ci si accorge dell’importanza del voler togliere la variabile tempo all’agricoltura ed alla gastronomia.

Nei tempi moderni la cucina diventa allora la barricata all’abbrutimento sociale e culturale e naturale espressione di un sano rifiuto ad aberrazioni agroindustriali di melanzane coltivate nei freezer, uve senza esposizione al sole e tonni che crescono in scatolette, nella sana utopia di produrre senza la bramosia di rubare alla terra il tempo di dare i suoi frutti.
Ma la cucina è anche un luogo di creazione attraverso lo scambio tra culture, che è legame sottile di tolleranza, volontà di dare tutto della propria storia, sovvertendo ciò che c’era dietro. Come i carciofi romani alla giudia, comunione perfetta di due popoli. Potremmo così definirla come estetica del carciofo, in omaggio all’ode di Neruda.
Soul Food vuole essere un incontro sulla cucina, su ciò che ruota attorno ad essa, come luogo sociale, punto di incontro di storie e persone, in quella porta sempre aperta per ricevere ospiti, amici e sconosciuti.

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3455

Sullo stesso genere:

Community feedback