Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Stone Free Festival

Si parla di:

header_250.jpg

Otto band in due giorni per dar vita alla terza edizione dello Stone Free Festival, organizzato dalla  SonicArt, associazione che nei mesi scorsi si è impegnata contro la realizzazione della discarica a Sant’arcangelo Trimonte organizzando una giornata di musica e informazione proprio nella piazza del paesino. Nuova location per il Festival, si passa dallo scenario storico del castello di Apice Vecchia (in ristrutturazione) al suggestivo Museo dell’Agricoltura MUSA, in località Piano Cappelle a pochi chilometri da Benevento. Cartellone di tutto rispetto che presenta band storiche progetti originali e musicisti d’eccezione, come il mitico Joe Lally, bassista dei fantastici Fugazi, la band più rappresentativa della scena indipendente americana, considerata fonte d’ispirazione da gruppi del calibro di Red Hot Chili Peppers e Rage Against the Machine, insomma un vero pezzo di storia del rock anni ’90.
Ma procedendo con ordine, il 2 agosto si alterneranno sul palco i romani Sea Dweller selezionati tra le 400 DEMO pervenute, con le loro sonorità dreampop/shoegaze, arriva poi da Aversa a presentare il nuovo disco Il Cielo di Bagdad col suo indie rock/ambient. A chiudere questa prima serata arrivano gli Amor Fou di Alessandro Raina e Leziero Rescigno, sostenuti dalla chitarra di Giuliano Dottori, il loro disco “La stagione del cannibale” sta davvero diventando uno dei dischi più ascoltati del 2007, e da Ravenna arriva Alessandra Gismondi con i suoi Pitch, “A violent dinner” ha sorpreso tutti e confermato questo gruppo come una dei migliori in circolazione, il loro live è sorprendente per qualità ed energia.
Il 3 agosto si comincia con Il Dono, una vera rock band che con energia e vitalità “manifesta la sua radice sonora che attinge al rock psichedelico dei ’70 e alla “new wave” degli ’80”.
Il duo bergmasco Fiub propone un rock’n’roll che sta guadagnando a suon di dischi e live pubblico e critica. Sarà poi la volta degli Eva Mon Amour, solido progetto autoprodotto, evoluzione in chiave rock dei Cappello a cilindro, “Indi”, il singolo appena uscito, sta dando visibilità alla neonata band, energia e canzoni per un gruppo con una dinamica da tenere d’occhio. E poi, arriverà, come detto Joe Lally, con il suo trio, che prevede sul palco anche Giovanni Fiderio (Tapso II) e Sasha Tilotta (Theramin), in una delle poche date italiane del musicista americano, per una degna conclusione di una due giorni di musica di grande qualità.

A completare il programma della due giorni ci sarà anche una interessante appendice dedicata all’arte “Azioni pneumatiche”
“Azioni pneumatiche. Azioni irrazionali, neuronali, sensoriali.
Organi, viscere, contenuti. Tre artisti di diversa provenienza che si confrontano con la tecnica dell’acrilico e del formato verticale. Un live painting sul tema del soffio creativo e della spinta emozionale.” Protagonisti saranno tre artisti provenienti da diverse città d’Italia:Vacon da Milano, Andreco da Roma e  Allegra Corbo da Ancona.
Le azioni e le proiezioni saranno inserite all’interno di un allestimento realizzato esclusivamente con pneumatici e materiali riutilizzat

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3455

Sullo stesso genere:

Community feedback