Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

The Shalalalas go to Primavera Sound 2015

ziguline vi fa fare un piccolo allenamento pre Primavera Sound 2015 e vi regala un piccolo vademecum per conoscere meglio gli italiani che si esibiranno al festival.

Iniziamo subito con un duo romano che, come recita la biografia, è nato dall’incontro tra Regina Spektor (vero) e Kurt Cobain (per le camicie di flanella). The Shalalalas è un nome che trasmette tranquillità e le loro canzoni profumano di primavera, sono spensierate. Questo direi che è un ottimo presupposto per incontrare e vedere live il duo al Primavera Sound di Barcellona. Nati nel 2013, si fanno subito notare con l’ep “The fucking Shalalalas” e ad aprile è uscito il primo lp “There are 3 las in Shalalalas”.

A maggio suoneranno all’Adidas Stage del Primavera Sound e terranno due showcase all’interno del MACBA ( Museo di Arte contemporanea di Barcellona) per i professionisti europei del Primavera PRO.
Posso anticipare ai ragazzi che (lo leggerete dopo) al Primavera le birre sono davvero godute, e che non vedo l’ora di bermene una con loro sul lungomare.
Ci conto!

The Shalalalas5

Ciao e benvenuti su ziguline! Che bel nome, ovviamente la mia prima domanda: l’avete scelto perché proprio quello che si canticchia quando si è felici?

 

Sì, l’idea del nome è proprio quella di trasmettere spensieratezza. La nostra musica vuole prima di tutto distrarre e mettere un po’ di buon umore. Anche se nel disco è uscito fuori qualche pezzo un po’ più malinconico.

“There are 3 las in Shalalalas” è il vostro nuovo album. Mi raccontate brevemente come è nato il disco?

 

Il disco è nato da una settimana trascorsa in montagna nel silenzio più totale. Siamo arrivati lì con una valanga di idee accumulate sui nostri cellulari e ci abbiamo lavorato in modo molto rilassato, tra un bicchiere di vino e una commedia demenziale americana in tv. Siamo tornati a casa con 13 canzoni pronte per essere registrate. Poi abbiamo chiamato un po’ di amici per arricchire il sound sul disco, mantenendo l’intimità che volevamo dargli. Fondamentale è stato l’apporto della nostra etichetta Bassa Fedeltà, che ci ha permesso di prenderci tutto il tempo di cui avevamo bisogno in studio e ci ha sostenuto in tutto.

Quali sono le 3 cose che non possono mancare in un festival, secondo voi?

 

Prima di tutto è fondamentale la bella musica. Sembra banale da dire ma è l’ingrediente fondamentale. Poi tanta birra, soprattutto quando fa troppo caldo. E la terza cosa la diciamo da frequentatore di festival, servono tanti bagni, soprattutto se si è bevuto troppo. Spesso ci siamo ritrovati a fare file interminabili…

Siete già stati al Primavera come pubblico o è la prima volta a Barcellona?

 

Per entrambi è la prima volta anche come pubblico. E infatti non vediamo l’ora di suonare e di ascoltare tanti dei nostri gruppi preferiti.

Cosa vi aspettate da questa esperienza?

 

Ci aspettiamo di crescere come band, di ascoltare molta bella musica e di conoscere tanta gente. Per noi deve essere un punto di partenza. Andiamo lì prima di tutto con la voglia di divertirci.

 

The Shalalalas | facebook

Primavera Sound | sitofacebooktickets

 

 

Claudia Losini

scritto da

Questo è il suo articolo n°166

Sullo stesso genere:

Community feedback