Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

The Walled Off Hotel, a Betlemme un nuovo albergo curato da Banksy

Si parla di:

Banksy is back! Era un po’ di tempo che non si avevano sue notizie, ed ecco che all’improvviso The Guardian annuncia l’apertura di un hotel curato proprio da lui a Betlemme, The Walled Off Hotel, ovvero “l’Hotel fuori dalle mura“. L’albergo non rappresenta solo un progetto con un preciso intendo di denuncia, come in tutte le sue azioni, ma è una vera e propria attività commerciale gestita da persone locali che fino ad oggi non sapevano che fosse proprio Banksy ad aver messo in piedi tutta la faccenda.

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

 

Il progetto, probabilmente, ricalca gli obiettivi del precedente Dismaland, il parco “divertimenti” a Weston-super-Mare, ovvero riportare l’attenzione su tematiche di carattere sociale e politico, inoltre, come tutti gli appassionati di street art e politica internazionale sanno, Banksy ha un forte legame con questa regione dove ha già dipinto numerose volte, ricevendo ogni volta un’importante attenzione mediatica.

 

Probably another misguided venture into corporate hospitality – the Walled Off hotel

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

 

L’albergo “vanta” un’irripetibile vista sulla Barriera di separazione israeliana e secondo the Guardian nasce con l’obiettivo di dare posti di lavoro e portare turisti in questa città, frequentata per lo più da pellegrini e dove “i ragazzi potrebbero trascorrere i loro week-end nei club” come succede negli altri paesi.

 

AP Photo/Dusan Vranic

 

All’interno delle 10 stanze dell’albergo, tra cui una suite, sono disseminati stencil, sculture e altre installazioni legate come sempre allo stile decadente dell’artista e portatori di chiari messaggi, tra questi il dipinto di un palestinese e un israeliano che fanno la guerra dei cuscini, oppure una scultura avvolta dal fumo di un lacrimogeno, o ancor di più un’installazione che richiama la firma della Dichiarazione di Balfour.

 

 

Lo stile dell’hotel è “decorated to resemble an English gentlemen’s club from colonial times”, probabilmente per sottolineare il ruolo dell’Inghilterra ha giocato nella storia di questa regione e a quanto dicono le prime voci sarà ufficialmente aperto dal 10 marzo 2017.

 

 

Dopo aver dipinto graffiti e stencil, dopo aver creato installazioni e mostre/spettacolo in ogni dove, con questo hotel Banksy ci prende e ci porta nel suo mondo situato in luogo cardine per la politica internazionale ed altamente simbolico per tutte le frontiere e i muri che abbiamo innalzato e innalzeremo in futuro.

 

 

AP Photo/Dusan Vranic

 

La forza di Banksy resta la sua capacità di arrivare non solo a un pubblico sempre attento alle sue imprese ma di andare oltre attraverso la creazione di un dialogo, seppur altamente critico, ma funzionale a ridiscutere alcune importanti questioni che riguardano l’intera comunità mondiale.

La sua crescita, dagli albori ad oggi, è andata sempre più distaccandosi dalla mera espressione artistica verso la creazione di un linguaggio potente che riesce a raggiungere davvero tutti.

 

Info | www.banksy.co.uk/questions

 

Maria Caro

scritto da

Questo è il suo articolo n°435

Sullo stesso genere:

Community feedback