Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Un nuovo muro e una mostra a Roma per ROA

Si parla di:

ROA è tornato a Roma e lo ha fatto in grande stile. In zona Prati, nei pressi del nuovo Mercato Vittoria è comparso un enorme cucciolo di orsa che i più informati hanno riconosciuto nel discendente di Daniza, l’orsa al centro delle vicende di qualche mese fa. L’antefatto è la discussa prigionia prima e l’uccisione involontaria poi di Daniza in seguito a una troppo massiccia dose di narcotico, un’orsa che era stata riconosciuta pericolosa per l’uomo ed era stata confinata in un’area di circa 3000 metri nei pressi di Trento. L’orsa aveva avuto due cuccioli e uno di questi è il soggetto che l’artista belga ha immortalato nel suo murale con in mano la siringa che ha ucciso la madre e in una posa decisamente antropomorfa.

©BlindEyeFactory_Roa_Roma2014 (1)

Con quest’opera ROA vuole porre l’accento sulla biodiversità e su come il mondo animale e naturale siano percepiti dall’uomo; il rispetto e la cura accordati a questo universo sono soliti sottostare all’egocentrismo dell’uomo e tragedie come quella di Daniza non stupiscono affatto.

©BlindEyeFactory_Roa_Roma2014 (4)

Il progetto ha coinvolto molte realtà, in primo luogo la Dorothy Circus Gallery, galleria romana votata al pop surrealism e alla street art, che ha deciso di promuovere l’intervento di ROA con il sostegno della I Municipalità di Roma e Roma Produttiva.

©BlindEyeFactory_Roa_Roma2014 (4)

La Dorothy Circus Gallery è inoltre responsabile dell’intervento in quanto l’artista coinvolto è protagonista della mostra all’interno degli spazi della galleria dal titolo emblematico Suovetaurilia visibile dal 31 ottobre al 24 dicembre.

Souvetaurilia at Dorothy Circus Gallery

Souvetaurilia at Dorothy Circus Gallery

 

Il nome dell’esposizione “site specific” si riferisce al sacrificio di un maiale (sus), un montone (ovis) e un toro (tauris) e va a indagare il contesto storico di Roma e il destino degli animali nella nostra società, mettendo a confronto i sacrifici nell’antica Roma con fini di intrattenimento e il traffico degli animali esotici in epoca contemporanea.

©BlindEyeFactory_Roa_Roma2014 (4)

Nella mostra opere inedite di ROA realizzate su supporti improvvisati trovati dall’artista nelle strade della città con l’obiettivo di ricreare un ambiente completamente nuovo e intelligibile dal pubblico anche grazie all’interattività. Parte del ricavato dalle vendite delle opere sarà destinata al progetto “Cavalcando l’autismo” in cui 30 ragazzi autistici avranno l’opportunità di attraversare l’Umbria e il Chianti.

©BlindEyeFactory_Roa_Roma2014 (4)

Il murales, Step#2 Diversity, fa parte del progetto Spray 4 Your Rights ed è il secondo dopo quello del brasiliano Eduardo Kobra, Step#1, che ha dipinto Malala Yousafzai nelle strade di Roma con l’obiettivo di sensibilizzare sul ruolo della donna nel mondo.

©BlindEyeFactory_Roa_Roma2014_

Grazie come sempre ai ragazzi di The Blind Eye Factory per il materiale fotografico.

 

ROA | facebook

Dorothy Circus Gallery | sito

 

 

Maria Caro

scritto da

Questo è il suo articolo n°450

Sullo stesso genere:

Community feedback