Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Vedo doppio? No, è solo il Twins Days Festival

Si parla di:

Era un po’ che mi chiedevo se esistesse un festival, vista l’enorme e variegata offerta che c’è in giro, dedicato ai gemelli. “Certo che esiste!” è la risposta. Non tanto dal punto di vista scientifico ma più che altro da quello puramente sociologico, i gemelli mi hanno sempre affascinata. Il doppio nasconde mille significati e, lo ammetto, ogni volta che mi capita di incontrare dei gemelli, la prima cosa che mi chiedo è chi dei due sia il cattivo. Credo che dopo quest’osservazione la maggior parte dei miei amici gemelli mi detesterà, ma vi assicuro che è solo uno di quei tanti luoghi comuni al quale ogni tanto mi piace far finta di credere. I gemelli sono una categoria umana perseguitata dagli equivoci. Pensate a quando eravamo adolescenti e i ragazzi sognavano di passarsi le due sorelle gemelle, semmai con la speranza che l’una fingesse di essere l’altra.

foto di  Charles Robinson

Per non parlare del fatto che puntualmente vengono coinvolti in cose del tipo: “Ciao Giovanni!”, “Io sono Antonio!!” “ Ah, scusa. È che siete proprio uguali”. Dite la verità quante volte vi sarà capitato di fare una figuraccia del genere? Credo che sia davvero dura passare la vita accanto a una persona che ti somiglia tantissimo, immaginate un po’ l’idea di essere sempre paragonati all’altro, oppure ricevere sempre lo stesso tipo di domande come per esempio: “Chi dei due è nato prima?” o “Ma voi siete…come si dice ‘ovozigoti’, ’eterozigomi’?” o giù di lì. Documentandomi un bel po’ (figuratevi che li ho pure sognati di notte) sono venuta a conoscenza di alcune peculiarità dei gemelli che non immaginavo. Questi fratelli “speciali” ritengono di avere un rapporto che può essere considerato una vera e propria relazione e molte sono le difficoltà che affrontano nella vita. Per esempio – senza nessuna pretesa da scienziata o psicologa, mi sono semplicemente informata – spesso esiste il fratello predominante, che impedisce all’altro di emanciparsi psicologicamente o socialmente; in altri casi c’è una difficoltà da parte di entrambi di inserirsi nella società, bloccati da un rapporto troppo chiuso, oltre a ciò, i fratelli gemelli a volte finiscono per cadere nel tranello dell’incesto. Leggendo blog o trattati vari ho scoperto che esistono libri di ogni genere dedicati non a loro, bensì a mariti/mogli o fidanzati/e che trovano difficoltà nei rapporti di coppia con un gemello e un social network a tema col nome di Twins Society. Bene, a parte il dover ogni volta inorridire di fronte alla classica espressione “Wow, ma siete gemelli!” anche loro hanno i propri vantaggi. Infatti, a quanto pare ai gemelli qualcuno ci ha pensato, anzi, ci hanno pensato in molti e sono nati in tutto il mondo una serie di festival, raduni e incontri dedicati soltanto a loro.

foto di Donald Hayes

Il Twins Days Festival è forse il più conosciuto tra i tanti e si svolge nella prima settimana di agosto a Twinsburg, nello stato dell’Ohio, ovviamente negli States, con un’affluenza di circa 5.000 persone l’anno. Assomiglia a tutti gli altri festival, con tutte le attrazioni del caso tipo giostre, musica, balli, etc., la differenza è che si ha la forte sensazione di essere ubriachi, o meglio di vederci doppio. Al Twins Days ci sono per lo più gemelli, sono per lo più vestiti nello stesso modo e non devono preoccuparsi affatto di tutti i luoghi comuni sopracitati, inoltre, non si tratta di un evento dedicato nello specifico a giovani, bambini o anziani ma a persone di tutte le età, razze ed estrazioni sociali. Vi chiederete quali attività si svolgano in questa manifestazione. Si fa colazione a base di pancake, si gioca a golf, si fanno simpatiche fotografie, esclusivamente in coppia, si partecipa al talent show e si ascolta tanta musica folkloristica. Tra le altre attrazioni naturalmente non poteva mancare la Twintower.

foto di Donald Hayes

Come vi dicevo questo non è l’unico festival, ce ne sono una marea e in ogni dove. Gemelli tutti, personalmente arrivati a questo punto, non avendo una sorella gemella tantomeno un fratello, consiglio a voi che potete di passare per la Bretagna dove, a Pleucadeuc, sta per cominciare la diciassettesima edizione della Fête des jumeaux, poi fare un salto nello stato di Oyo al Nigeria Twins Festival, oppure visto che è molto più vicino potete passare per Porto Recanati in provincia di Macerata, dove si tiene annualmente il Raduno dei gemelli e quindi tutti in Cina per il Twins Cultural Festival di Beijing.

foto di Donald Hayes

Vi lascio con la classifica che il presentatore più famoso d’America, David Letterman, ha lanciato durante il Twins Days Festival 2003 e che elenca i dieci vantaggi di avere un fratello gemello:

10 – Comprare il suo regalo è facile – basta che gli compro quello che piace a me. (Paul)
9 – Possiamo comunicare telepaticamente, ma fa molto, molto male. (Andrew)
8 – Il nostro capo lo sa, siamo un ragazzo che fa una tonnellata di ore di straordinari. (Cannell)
7 – Stai pensando a una nuova pettinatura? Provala sulla tua gemella mentre dorme. (Ellis)
6 – Controllate sempre le tasche – può darsi che stiate indossando i pantaloni dell’altro! (Molfetta)
5 – Bisogno di soldi? Puoi sempre fare una delle pubblicità della Doublemint. (Ganz)
4 – A dire il vero, non è un grande affare. Siamo gemelli dizigotici. (Curaba)
3 – Risparmiamo un sacco in quanto a specchi. (Rock)
2 – Se commetto un crimine, mando lui in carcere (indicando il gemello). (Morris)
1 – Vado a letto con la moglie di mio fratello! (Weber)

Maria Caro

scritto da

Questo è il suo articolo n°449

Sullo stesso genere:

Community feedback