Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Seacreative, un nuovo personaggio folk sui muri di Ariano Irpino

Dopo venti anni tondi tondi continuo a riporre le mie energie nell’unico vero grande evento che si tiene nella mia terra natale, l’Ariano Folkfestival. Sono passati venti anni tondi tondi e riesco ancora ad arrivare alla fine del festival, viva. Il segreto sta nell’adrenalina sparata a palla e nella voglia di incontrare persone interessanti e vivere esperienze al di sopra della media.

Il mio contributo è stato, nel tempo, a dir poco variegato. Sono passata da farcire panini, a compilare questionari, fino a scrivere per il giornale ufficiale per poi dedicarmi al Folkart.

foto di Mario Covotta

Il Folkart è una delle numerose attività collaterali dell’Ariano Folkfestival, e come dice il nome è uno spazio dedicato all’arte, per la precisione alla street art, portato avanti da quattro amici – Valentina Alterio, Giuseppe Di Paola, Luigi La Porta e me medesima – in collaborazione con ziguline.

foto di Antonio Sena

E a proposito di persone e situazioni interessanti, per quest’edizione del Folkart, abbiamo coinvolto Seacreative, artista varesino con tanti anni di esperienza alle spalle e un background che spazia dai graffiti, all’illustrazione senza dimenticare la pittura.

foto di Antonio Sena

Tutto è cominciato mercoledì sera, quando siamo andati a prendere l’artista e lo abbiamo preparato psicologicamente con una cena, pesante al punto giusto, ai quattro giorni di festival, che per noi “addetti ai lavori” durano circa 24 ore su 24.

foto di Antonio Sena

Al mattino presto, dopo aver completato i dovuti acquisti in vernici e aver valutato come intervenire sui tanti difetti del muro, Seacreative si è messo al lavoro.

foto di Mario Covotta

Gli abbiamo dato un muro di merda e lui ne ha fatto un’opera d’arte. Il muro in questione è la cosiddetta media negra di una vecchissima abitazione privata, solo attraverso il dialogo con i proprietari di questo stabile ci è stato possibile attuare il nostro progetto in quanto, da parte del Comune non c’è apertura verso questa forma di espressione artistica, ahiloro.

foto di Mario Covotta

Il progetto iniziale, infatti, prevedeva la riqualificazione di questo stabile e della facciata di un parcheggio coperto adiacente e abbandonato da numerosi anni senza aver mai visto l’apertura. Evidentemente il nostro progetto non era gradito all’amministrazione.

foto di Mario Covotta

Le ore passavano e Fabrizio si calava sempre più nell’atmosfera del festival e, probabilmente, anche grazie ai rapporti umani che si creavano poco a poco con noi e con la gente che incontravamo, il bozzetto iniziale è diventata un’idea completamente diversa. Quello che è comparso sulla facciata bianca è un personaggio con cappello che lo stesso Sea ha definito ‘folk’.

foto di Mario Covotta

Il risultato è dunque un buco nero dal quale fuoriesce un fumante personaggio d’altri tempi con tanto di baffi e con numerosi riferimenti al degrado urbano, argomento sul quale ci siamo premurati bene di assillare Seacreative. Abbiamo osservato mestamente l’alternarsi di colori e sfumature, la comparsa di numerosi dettagli e il completamento del murale per poi festeggiare insieme la conclusione dei lavori di cui un po’ ci sentivamo tutti parte.

foto di Antonio Sena

A parte dire che, vedere un artista al lavoro è sempre appassionante e a parte dire che, l’artista in questione trasuda esperienza e talento da tutti i pori, è il caso di dire che l’aspetto più interessante è stato di certo quello umano. Abbiamo incontrato una persona aperta e disponibile che speriamo di ritrovare presto e con cui ci auguriamo di collaborare ancora.

foto di Antonio Sena

Il tutto avveniva come sempre in un’atmosfera distesa, con la musica del festival di sottofondo e le buone pratiche di un piccolo paese, dove l’accoglienza è sicuramente favorita dai tempi lenti e dall’empatia estiva.

Il muro lo trovate ad Ariano Irpino, in via San Leonardo, conosciuta dai folks come “La Persa” e la sua esistenza è stata permessa grazie alla collaborazione di molte persone che ringrazio volentieri qui: Fabrizio Sarti aka Seacreative, la Famiglia Cuoco della ditta House Painter, la famiglia Sorrentino (Silvia, Lucia e Serena) e Vincenzo Santoro, la famiglia Grasso, il Sanacore, Mariano Alterio, Luca Pannese e la Pro Loco Nuovamente, Davide Manganiello, Dimitri Grassi, Igor Grassi, Mario Covotta, Antonio Sena, Antonio Paone, Veronica Tarantino, David Ardito, l’Ariano Folkfestival e noi stessi per averci creduto ancora una volta.

 

Seacreative | sito facebook

Ariano Folkfestival | sito facebook

foto di Mario Covotta
foto di Antonio Sena
foto di Antonio Sena
foto di Antonio Sena
foto di Antonio Sena

Maria Caro

scritto da

Questo è il suo articolo n°450

Sullo stesso genere:

Community feedback