Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Beans | Drone Bomb Me – ANOHNI

Si parla di:

In una recentissima intervista, per numero.com,  alla domanda “recentemente hai cambiato nome in Anohni, cosa rappresenta per te questo cambiamento?” ha risposto con tanta leggerezza e sincerità. Domanda difficile però, perchè Anohni è la voce di Antony and the Johnsons (con quel suono sconvolgente, spiazzante) non ha mai parlato troppo di sé e del suo privato. Eppure pare che abbia risposto più o meno così: “avviene spesso, presso i transgender, di cambiare nome. È un rito di passaggio. È anche un modo, per me, di prendere atto della persona che sono diventata, della mia vita così com’è oggi. Più invecchio e più mi avvicino alla persona che sono veramente. Sto costruendo. E imparo ad accettarlo. Sono cresciuta in un ambiente di fede fervente. Ma già a 11 anni ho capito che quel mondo non era il mio, e ho preso la mia strada. E anche da adulti, ritrovarmi non è stato facile…”.

 

 

Questo disco nuovo Hopelessness è uno sguardo disperato sul mondo, ci sono pezzi che parlano di come possa esistere ancora al mondo la pena capitale in Execution, ce n’è un altro che omaggia il primo presidente nero americano, tant’è che si intitola Obama. Eppure questo disco non si strugge nella tristezza della disperazione come si potrebbe immaginare, bensì come lo stesso autore dice, si mette l’accento sulle emozioni più esaltanti. E lo si capisce in tutte le scelte musicali. L’energia si sente. E come se si sente. Del resto a coprodurlo con lui c’erano Hudson Mohawke e Oneohtrix. E vanno ascoltate bene Drone Bomb Me e anche Crisis perché anche queste esprimono pienamente l’idea politica e sociale di questo artista così poetico, così speciale, così unico. Bisogna fermarsi sulle parole di 4 Degrees quando a un certo punto dice “voglio vedere questo mondo bollire, voglio ascoltare i cani che piangono per avere l’acqua, voglio vedere i pesci morti sulla superficie del mare, voglio vederli bruciare, non sono altro che quattro gradi…”.

 

 

Il cambiamento climatico non preoccupa solo Leo DiCaprio, per fortuna.  Ma il video che ha lanciato tutto, in questi giorni, è quello di Drone Bomb Me, girato dall’italiano Riccardo Tisci, un creativo della moda, e non solo.  Come lo stesso Anohni ha dichiarato “l’idea che la mia voce fosse incarnata fisicamente da Naomi Campbell nel video ha elevato il grado di universalità di questo pezzo”. Questa icona di femminilità ha donato, con questo video, il tocco magico a un pezzo che esplode nelle cuffie, tra lacrime e amore, e un arrangiamento pazzesco.

 

ANOHNI | sito

Hai una label discografica? Sei un dj, producer o beatmaker?
Manda la tua roba all’indirizzo mail:
music@ziguline.com

Noi ascolteremo ogni beat, sentiremo ogni singola nota
e magari ci facciamo scappare un Beans.

Manuela Maiuri

scritto da

Questo è il suo articolo n°51

Sullo stesso genere:

Community feedback