Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Nike Flash Run, una maratona con gli zombie alle calcagna

Si parla di:

Come festeggiare Halloween anche se sei morto e sepolto? Un’idea? Partecipare alla Nike Flash Run che si è tenuta il 31 ottobre a Roma. Lo dico perché a questa corsa di 5 Km in giro per una delle città più belle del mondo, hanno partecipato per lo più zombie, sì zombie, no dai persone vive ma vestite e truccate da zombie di tutto punto.

La partenza era da via Cola di Rienzo, punto di ritrovo il concept store Nike, per poi passare per la fantastica Piazza di Spagna, proseguire per Villa Borghese, fino ad arrivare sul Lungotevere dove, ad aspettare i runner, c’erano un gruppo di incattiviti zombie.

L’evento è stato organizzato per il lancio della nuova stagione di The Walking Dead in collaborazione con FOX. La serata si è conclusa con un party esclusivo in un locale galleggiante sul Tevere, il Baja.

A testimoniare l’evento c’eravamo anche noi con tanto di fotografo al seguito e abbiamo avuto modo di immortalare le facce felici ma sfinite dei partecipanti alla maratona e gli occhi iniettati di sangue degli zombie che li assalivano.

L’evento si è svolto in notturna quindi l’atmosfera era ancora più inquietante e devo dire che i walking deads ci hanno dato dentro anche al party, ragazzacci!

L’evento è stata un’iniziativa di Nike in collaborazione con FOX. I partecipanti, per poter accedere alla RUN si sono recati presso i due negozi AW LAB di Roma – AW LAB via Nazionale 42 e AW LAB di via del Corso 98/A – dove hanno potuto iscriversi e dove hanno ritirato il loro pacco gara. Tutti i runners indossavano i prodotti del Nike Flash Pack che potete trovare negli AW LAB e online qui.

Il 31 dicembre ci sarà la possibilità di partecipare a una nuova Nike Flash Run nella città di Roma, quindi cercate di tenervi in allenamento, questa volta si corre per 10 chilometri.

 

Immagini a cura di Edoardo Cafasso.

AW LAB | sito blog facebookinstagram

Maria Caro

scritto da

Questo è il suo articolo n°449

Sullo stesso genere:

Community feedback