Vuoi essere informato sui nostri Ticket Deals?
Iscriviti alla nostra newsletter.

* obbligatorio
Close

Slow Food on Film, Festival Internazionale di Cinema e Cibo

Si parla di:

Slow Food on Film è un festival internazionale di cinema e cibo promosso dal movimento Slow Food e dalla Cineteca del Comune di Bologna. Slow Food on Film promuove una nuova consapevolezza critica nella cultura alimentare, mostrando film, cortometraggi, documentari e serie tv che sviluppino un discorso originale sul cibo (pulsioni, perversioni, implicazioni identitarie e affettive), sui problemi dell’agroalimentare (effetti economici, sociali e ricadute ambientali) e sulla memoria gastronomica come patrimonio da salvare.

UN FILM NEL PIATTO
Cinema Arlecchino – MAMbo
Quando il cinema diventa cucinema
Dal 6 al 9 maggio serate dal menu speciale: un film al cinema Arlecchino + 1 piatto a tema (a cura di Slow Food Emilia Romagna) al MAMbo, il tutto a 12 euro (10 per i soci Slow Food, Soci Coop, Carta Più Feltrinelli, Tessera FICC). 4 serate per divertirsi, riflettere, discutere e degustare.

Programma in breve:

BFF – Best Food Feature
Cinema Lumière – Cinema Arlecchino
Premio internazionale per 5 lungometraggi di finzione sul cibo della stagione 2007/08. Una giuria di professionisti internazionali del cinema e della gastronomia, la Food & Film Academy, assegnerà la Chiocciola d’Oro al miglior film.

DOCS COMPETITION
Cinema Lumière
Concorso internazionale per documentari. I danni ambientali generati dall’agroindustria, la depredazione dei mari, la schiavitù dei contadini… Sono alcuni dei temi affrontati dai 29 documentari in concorso – tra lunghi e corti – da 19 paesi. Due premi: Chiocciola d’oro e 5000 € al miglior documentario (in giuria il direttore di Kulinarischers Kino; Thomas Struck, il produttore Mario Gianani e il giornalista di Le Monde 2 JP Gené) e 2000 € al miglior documentario breve – max 35’- (in giuria il regista Jonathan Nossiter, l’attrice Irène Jacob lo sceneggiatore e regista Santiago Amigorena)

SHORTS COMPETITION
Cinema Lumière
Concorso internazionale per cortometraggi di finzione e di animazione. Il racconto del cibo declinato dalla grammatica irriguardosa, effervescente e irregolare del cortometraggio, in una selezione di 23 titoli da 11 paesi. Al vincitore la Chiocciola d’oro e 5000 € (in giuria il regista Guido De Maria, l’attore Giuseppe Battiston e il giornalista gastronomico nonché direttore del festival CineGourland, Peppe Barena).

BEST TV SERIES
Cinema Lumière
Il Premio Best Tv Series va a quella serie tv (fiction o documentaristica) che, nel vastissimo panorama internazionale, si sia distinta per una rappresentazione della gastronomia consapevole, intelligente, culturalmente rilevante. Il Premio 2009 va a Milena Gabanelli per Report. Il Festival presenta quattro puntate sui temi dell’agroalimentare alla presenza della sua ideatrice-curatrice.

EVENTI SPECIALI
Cinema Lumière
L’anteprima italiana di Terra Madre di Ermanno Olmi – in cui il Maestro del cinema contadino racconta l’evento più suggestivo e potente di tutta l’epopea Slow Food, – inaugura il festival. Peter Kubelka racconta i gesti per fare un piatto e quelli per fare un film; Jonathan Nossiter presenta due episodi della serie Mondovino.

FOCUS D’AUTORE
Cinema Lumière
Lo sguardo personale e partecipato di tre preziosi autori italiani sul mondo contadino: Giuseppe Taffarel, Elio Piccon, Luigi Di Gianni.

FUORI CONCORSO
Cinema Lumière
La storia della focaccia che ha battuto Mc Donald’s in FOCACCIA BLUES; lo straordinario ritratto del mondo contadino raccontato da Raymond Depardon in LA VIE MODERNE; l’antemprima italiana della commedia romantica sul vino americano, BOTTLE SHOCK; una piccola antologia gastronomica del cinema di Bud Spencer & Terrence Hill in FAGIOLI & CAZZOTTI;

FOOD NIGHTMARES
Cinema Lumière
Venerdì e sabato a mezzanotte e domenica alle 22:30, 3 film per esorcizzare le paure più terrificanti dell’immaginario gastronomico: cannibalismo, mutazioni, clonazioni… Per stomaci forti.

IL MONDO PERDUTO
Cinema Lumière
Documentari brevi che raccontano un paese che non c’è più. E’ l’Italia contadina con la sua cultura della sopravvivenza ricca di artigiana saggezza, di tecniche di produzione particolarissime e di saperi tramandati da genitori a figli.

IL MONDO PERDUTO – SILENTS – CENTO ANNI FA
Cinema Lumière
Un mondo ancora più lontano in due programmi di muto delle origini.

GUSTORAMA
Cinema Lumière
Cercate il bollino Gustorama nel programma: gusterete il film con gli occhi e con la gola. Prodotti a tema da assaggiare durante, prima e dopo la proiezione.

FUORISCHERMO
Tutto ciò che non è proiezioni in sala. Pranzi, mercati, incontri, feste…

CIBO DI STRADA
Area Manifattura delle Arti
Nei giorni del Festival l’area della Manifattura delle Arti sarà invasa dai sapori e dai profumi dei cibi di strada proposti da artigiani provenienti da tutta Italia selezionati da Slow Food.

IL MERCATO DELLA TERRA DI BOLOGNA
Via Azzo Gardino
Il pubblico potrà assaggiare e comprare dalla frutta alla verdura di stagione, al pane, ai prodotti da forno, e ancora: salumi, pollame, marmellate, formaggio, birre artigianali, da 30 produttori della provincia bolognese. Stagionalità, territorio e agricoltura pulita e sostenibile.

LABORATORI DEL GUSTO
Biblioteca Renzo Renzi – Cinema Lumière
Tre incontri venerdì, sabato e domenica pomeriggio con degustazioni a cura di Slow Food Bologna e Slow Food Emilia Romagna.

IL PRANZO DEL FESTIVAL E LA FESTA DI CHIUSURA
Centro Anziani Costa
Pranzo inaugurale al Centro anziani Costa, e festa di chiusura nel Cortile del Lumière con degustazioni.

SNACK SLOW
In sala no junk food a Slow Food On Film ma sfiziosi snack con prodotti selezionati.

Il gran capo

scritto da

Questo è il suo articolo n°3455

Sullo stesso genere:

Community feedback